Alla fine del XVI secolo, a villa Trento Carli di Costozza, nel Comune di Longare nel Vicentino, si radunava un’accademia di dotti, tra i quali anche Ruzante e Galileo Galilei. Erano gli anni in cui Galileo insegnava “filosofia naturale” all’università di Padova: ottenne la cattedra nel 1592 e la manterrà sino al 1610. Li ricorderà come “gli anni più belli della mia vita”. Una notte a Galileo, che amava molto il vino, tant’è che abitava a Padova in via dei Vignali e il vino se lo produceva con le uve del suo giardino, gli amici giocarono uno scherzo che non dimenticherà mai. Leggete di cosa si tratta (basta aprire il link qui sotto) e il ritratto del grande scienziato che ho scritto grazie all’intervista con il professor William Shea, probabilmente il più importante storico della scienza, accademico di Svezia e docente a Padova. Il libro è del 2004.

Testo libro Galileo